Nel 1999 due appassionati di vino, Gennaro Di Maggio e Tiziana Teodoro, accarezzano l'idea di produrre un vino rosso intriso dei profumi e dei colori dei Monti Picentini, cercando però di trasmettere assieme a questi anche le loro personali esperienze e passioni.

Gennaro "Rino" Di Maggio decide di traghettare in questa nuova avventura anche il suo amore per la grafica ed il design convinto
della assoluta necessità di un valore aggiunto di matrice culturale
da accompagnare ad un vino di qualità.

Tiziana lascia che la sua pluriennale esperienza da sommelier professionista e la sua grande passione per la cucina pervadano il progetto, cercando di creare un vino che sia prima di tutto un ottimo compagno per la buona cucina italiana e scegliendo perciò l'aglianico, con la sua struttura decisa e la sua freschezza, ed il merlot con il suo frutto e la sua morbidezza, come vitigni adatti allo scopo.